Torna a Veterinaria Veterinary

Club Italiano Canarino Lancashire

 »

IL DOSAGGIO DEI MEDICINALI LIQUIDI NEI VOLATILI

Come misurare millilitri (ml) - centimetri cubi (cm³)  - gocce (gtt)*

Da “Un problema, una soluzione” 

Premesso il mio non essere veterinario, da quanto mi risulta, la posologia è la parte della prescrizione medica (ricetta) riguardante le dosi ed i tempi per l'assunzione di un farmaco;  la sua esatta osservanza,

(dose giornaliera moltiplicato tempi di cura = quantità totale prescritta e necessaria).

produce gli effetti di cura desiderati.
Ogni variazione di quantità o di tempi rispetto alla prescrizione, causa inconvenienti e normalmente, almeno farmaco-resistenza
.

Fatta la doverosa premessa che per i volatili ornamentali, in quasi tutti i casi di patologie vengono utilizzati medicinali ad uso umano o ad uso veterinario ma per animali normalmente di grande taglia, cani, mucche...

Preso atto che per gli uccelli, in giro esiste una certa confusione sul dosaggio dei medicinali.

Che i dosaggi dei medicinali liquidi, sono naturalmente espressi in ML / PESO; e per gli uccelli, quasi sempre empiricamente espressi (tra un canarino Lancashire ed un canarino Spagnolo e/o cardellino Tschusii sussiste un rapporto di proporzione di quasi 5/1).

Che a questa problematica si aggiunge la convinzione spesso errata di conoscere quale sia l'effettiva quantità di acqua contenuta nei propri beverini e normalmente utilizzati come erogatori di medicinali liquidi e che gli stessi variano come quantità contenuta dai 15ml   ai 500ml (1 litro = 1000ml o 1000cc), e che pochi si pongono la domanda se la quantità commercialmente dichiarata di acqua dei beverini, sia relativa a beverini:

> interamente rigirati, riempiti e pieni;
OVVERO
> riempiti a livello e con la vaschetta di bevuta inserita superiormente e poi rigirata;

Sussiste pertanto la doppia effettiva problematica di:

> conversione da ml. a gocce (gtt) del medicinale, specifiche del proprio misuratore di gocce
> conoscenza della reale capacità in ml. del proprio beverino, contenitore del futuro medicinale.

Avendo sottoposto a visita veterinaria un soggetto Lancashire ed avendo il Veterinario prescritto la cura con dose 10ml/litro d’acqua, gli ho chiesto cortesemente di effettuarmi la conversione in gocce, lo stesso molto carinamente con siringa, carta e calcolatrice ha provveduto ad effettuare la conversione, ma mi sono reso conto che i suoi risultati differivano da quanto comunemente viene riportato nella grande biblioteca di Internet!

A questo punto (avendo già di per me personalissime convinzioni) ho perso circa una mezza giornata per effettuare riconteggi e prove per svelare l’arcano.

La verità è semplicissima, la quantità di liquido contenuta in una goccia è diversissima in relazione al mezzo di erogazione ed alla vischiosità del liquido!

Tralasciando per opportunità la vischiosità (calcoli enormemente complicati e non facilmente tabellizabili), ne è venuto fuori che 1ml. di acqua in base al mezzo di erogazione può assumere valori variabili tra 14 gocce e 108 gocce! (test su mie gocciolatori).

Questa sconvolgente verità, ha confermato i miei dubbi ed ampliato i miei  orizzonti circa la diversa efficacia positiva e/o negativa dello stesso trattamento tra diversi allevatori!

Escludendo i farmaci da dosare per i canarini in quantità ragionevole ove ad esempio è utilizzabile il cucchiaino dosatore di cui sono normalmente provvisti alcuni farmaci, per altri ad esempio, il Baycox 2,5% nel web rinveniamo che la posologia indicata, è di 1,5 – 2 ml. di prodotto ogni litro di acqua pari a 3 gocce in 50ml. di acqua e con una specifica di tempi variabili in relazione a personali interpretrazioni veterinarie, dato che il farmaco come spesso accade, non è specifico per uccelli di affezione, ma specifico per suini polli e tacchini; ma qui disquisiamo di dosaggio in gocce e non di tempi

Esaminiamo il problema specifico del Baycox, (in quanto piccola quantità) prendendo in esame i 2ml / litro: ,
> se si utilizzasse un erogatore da 14 gocce per 1ml. dovremo fornire 1,4 gocce (gtt) per 50ml. d'acqua.

> se si utilizzasse un erogatore da 108 gocce per 1ml. dovremo fornire 10,8 gocce (gtt) per 50ml. d'acqua.

UNA NOTEVOLISSIMA DIFFERENZA quasi 10 volte! e parlando di quantità del medicinale genericamente prescritte in 3 gtt., usando il primo contagocce forniremmo più del doppio del prodotto necessario, ed utilizzando il secondo contagocce, ne forniremmo quasi un quarto del necessario! TALE ERRATO DOSAGGIO POTREBBE ANCHE CAUSARE EFFETTI INDESIDERATI! ... se poi consideriamo che sempre per il Baycox esiste in commercio il prodotto sia al 2,5% che al 5% (il doppio) molti altri nodi tornano al pettine.

> nel caso specifico delle 3 gocce prescritte, l’erogatore / misuratore utilizzato sembra essere tra i "gocciolatori" da me sperimentati, una pipetta per microscopio.

Preso atto del problema, l'unico possibile consiglio, è quello che, nel caso non fosse espressamente indicato nella prescrizione, quale tipo di "gocciolatore" sia stato utilizzato per effettuare la conversione da ml. a gtt.,  di NON TENERE CONTO DELLE GOCCE INDICATE, ma di considerare ESCLUSIVAMENTE LA QUANTITA' ML/LITRO.

Diventa quindi indispensabile effettuare la conversione in proprio utilizzando un sistema di "gocciolatore" e calcolo personale.

Come conoscere quante gocce equivalgono ad 1ML?
Semplice, recuperare una siringa usata da utilizzare nel proseguo come "gocciolatore misuratore personale" e prelevate da un bicchiere con la siringa 1ml. di acqua poi:

> Volendo alta precisione, infilare l’ago alla siringa e spingendo delicatamente sullo stantuffo, contare quante gocce ne vengono fuori! (è un po’ difficile ma fattibile) risultato per lo specifico ago utilizzato, 108 gocce!

> Se vi accontentate di una discreta precisione, senza infilare l’ago, spingete delicatamente sullo stantuffo, contate quante gocce ne vengono fuori! (risultato specifico 14 gocce utilizzando una siringa da insulina e 22 gocce utilizzando una siringa da 10ml.)

Da quel momento in poi, utilizzate come "gocciolatoio" quella specifica siringa senza ago o quel specifico ago per effettuare successive misurazioni di medicinali! utilizzando il "CALCOLATORE DI GOCCE" di cui appresso.

Utilizzando un contagocce, non avremo la possibilità di misurare a quante gocce equivalgano 1ml. e non sapremo mai se il contagocce utilizzato sia di produzione nazionale o extracomunitaria, con diversità di erogazione. (Un contagocce standard da farmacia di quelli con la pipetta in vetro e dosatore in gomma normalmente rossa, dovrebbe erogare 0,05 ml. a goccia, pari a 20 gocce per ogni ml. o cc. Non mi risulta che, come per la dimensioni delle zucchine esista una direttiva comunitaria che preveda per i contagocce quale debba essere legalmente la dimensione/quantità di liquido erogata per singola goccia!

Come conoscere quanti ML contiene il beverino da utilizzare come porta-medicinali?
Semplice, RECUPERATE UNA SIRINGA USATA DA 10 ML. (si risparmia tempo), prelevate da un bicchiere con la siringa 10ml. di acqua e riempite il beverino, in base a quante volte ripetete l’operazione saprete la quantità contenuta!

Per evitare successivi errori, si consiglia di misurare 50ml. e segnare quale sia l'effettivo livello del beverino! ... vi semplificherete successivamente la vita e sprecherete meno farmaco.

P.S. ricordate che per dosare i medicinali è molto più semplice mettere un segno con un pennarello al livello di 50 o 100 ml. in ogni caso, metto di seguito a Vs. disposizione un "CALCOLATORE DI GOCCE" abbastanza flessibile!

CALCOLATORE DI GOCCE

Qui trovate un semplice "calcolatore" delle quantità in gtt, necessaria per il vostro specifico beverino utilizzando uno specifico contagocce.
Per ottenere il numero di gocce necessario, basta inserire i valori richiesti alle
scritte verdi e contestualmente sarà automaticamente calcolato il numero di gocce necessarie alla casella rossa 

> ml di acqua calcolate specificatamente e contenute nel beverino: ===========>
> numero di gocce calcolate con il proprio specifico erogatore per ogni ml: ====>
> ml di prodotto medicinale specificatamente prescritto per ogni litro di acqua: =>

> TOTALE gocce da utilizzare:  ===>  <===

N.B. nel caso fosse necessario rettificare uno dei valori con cui avete già effettuato il calcolo, occorre obbligatoriamente riscrivere il valore nella casella gialla (ml. di prodotto ...), altrimenti non sarà rettificato il conteggio delle gocce necessarie.

P.S. non sono un programmatore! per realizzare il sovrastante programmino ho utilizzato Javascript e la "funzione ParseInt"  mentre credo che alla casella gialla (ml. di prodotto ...), avrei dovuto usare la "funzione ParseDec" NON NE SONO CAPACE! quindi sussiste il problema che volendo indicare un numero con decimali nella casella,  ad esempio 1,5 il programmino non lo accetta! Nel mentre invito qualche utente a volermi gentilmente comunicare la modifica da apportare, per gli utilizzatori propongo una semplice variante, volendo indicare un numero decimale, es. 1,5 per il momento indicare 15 e dividere per 10 il risultato. (Grazie per la comprensione!)

Qui appresso, trovate una semplice tabella di confronto delle quantità in ml. c.c. mg. e gtt.

Equivalenza ML - CC - MG - GOCCE 

ML. C.C. (CENTIMETRI CUBICI)

MG (MILLIGRAMMI) Di acqua altri liquidi hanno peso specifico diverso!

14 GOCCE = 1 ML
Siringa insulina no ago
21 GOCCE = 1 ML
Contagocce

22 GOCCE = 1 ML
Siringa no ago 10ml

30 GOCCE = 1 ML
Pipetta Microscopio

108 GOCCE = 1 ML
Ago di siringa

1.000
(= 1 LITRO)

1.000
(= 1 DECIMETRO CUBO)

1.000
(= 1 CHILO)

14.000

21.000

22.000

30.000

108.000

100

100

100

1.400

2.100

2.200

3.000

10.800

50

50

50

700

1.050

1.100

1.500

5.400

30

30

30

42

630

660

900

3.240

10

10

10

140

210

220

300

1.080

5

5

5

70

105

110

150

540

1,5

1,5

1,5

21

31,5

33

45

163

1

1

1

14

21

22

30

108

0,5

0,5

0,5

7

10,5

11

15

55

 Ma quanto sopra ha una effettiva utilità?

Assolutamente si, se il dosaggio combinato con l'effettiva assunzione del farmaco nei tempi specificati nella prescrizione, fosse almeno approssimativamente conforme alle quantità TOTALE di Principio Attivo previsto come necessario, nella scheda tecnica del medicinale.

Ma propedeutico alla determinazione del dosaggio è la combinazione di svariati fattori:

> Farmacocinetica (relazione tra concentrazione tempo ed effetto, applicabile alla specie)
> Metabolismo basale (e frequenza di evacuazione)
> Peso vivo & peso metabolico (formula di Brody)
> Temperature in aviario (inverno/estate)

Un giorno probabilmente se avrò tempo e/o collaborazione all’altezza della problematica, proverò ad elaborare una scheda sull’argomento (i dati di base sono già stati acquisiti!)

* gtt. - abbreviazione di Guttae, gocce, usata nelle prescrizioni mediche

© 2006-2011 Club Italiano Canarino Lancashire © tutti i diritti riservati è vietata la riproduzione di testi e fotografie senza autorizzazione. - Links to other web sites are provided by C.I.C.L.  in good faith and for information only. C.I.C.L.   disclaims any responsibility for the materials contained in any web site linked to this site.

                                                              Lino Colaianni Non allevatore. Non veterinario.

© C.I.C.L. ©  Prima edizione scheda 15/12/2010 - Aggiornamento 18/03/2011 Responsabilità

 

  

 

Invia sms gratis

Copyright ©2011 superelabora

Torna a Veterinaria - Veterinary